È disponibile da oggi il modulo di richiesta del reddito di cittadinanza, scaricabile attraverso il sito dell’INPS. La misura, inserita nella legge di bilancio 2019 e messa a punto dal governo gialloverde, ha come obiettivo il contrasto alla povertà e il sostegno delle persone con reddito al di sotto di 780 euro mensili (il limite stabilito dall’ISTAT che identifica il tetto minimo da possedere per vivere una vita dignitosa in Italia).

Il modulo si trova sotto la dicitura “RdC/PdC – Domanda di Reddito di Cittadinanza / Pensione di Cittadinanza”. All’interno del documento, composto da 9 pagine in totale (4 di spiegazione e 5 da compilare), viene fatta la distinzione tra chi ha il diritto di richiedere il “reddito di cittadinanza” e chi la “pensione di cittadinanza”, che in pratica spetta a chi ha compiuto 67 anni o più.

Dove presentare la domanda per il reddito di cittadinanza

In modalità cartacea sarà possibile fare richiesta presso gli uffici postali e nei Centri di Assistenza Fiscale (CAF) dal 6 marzo, e successivamente dopo i primi 5 giorni del mese. In alternativa,  è possibile richiedere il sostegno direttamente via internet tramite il portale Redditodicittadinanza.gov.it, creato ad hoc dal governo.

Unico requisito per accedere alla domanda online, è essere in possesso di SPID: il Sistema Pubblico di Identità Digitale per usufruire di tutti i servizi online messi a disposizione dalla pubblica amministrazione.

Per poter beneficiare della misura, occorre che però prima sia stata presentata la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), sempre tramite l’INPS, il CAF o il web. Il procedimento è necessario, e serve per dimostrare di possedere un tipo di ISEE in regola alla richiesta di sostegno al reddito.

Infine, nel caso la domanda andasse a buon fine, il beneficio monetario verrà rilasciato su apposita carta di pagamento, simile alle normali carte di credito bancarie, emessa in tutta Italia dagli uffici postali.

>> Scarica il
Modulo di Richiesta del Reddito di Cittadinanza 2019