(Finanza.com) Marissa Meyer, nuovo Ceo di Yahoo, potrebbe decidere di destinare 5 miliardi di dollari ricavati dalla vendita parziale dell’internet company cinese Alibaba (fruttata complessivamente 6,3 miliardi in cash e 800 milioni in azioni) a nuove strategie di acquisizione e ristrutturazione, invece che al pagamento degli azionisti stabilito dal piano firmato dal precedente Ceo ad interim Ross Levinsohn. Lo riporta il Financial Times, citando un documento inviato ieri all’autorità di regolazione statunitense. La decisione del Ceo, che ha suscitato qualche perplessità, ieri ha depresso il titolo, che ha totalizzato un -3,4% nell’after-hours. La strategia della Meyer potrebbe essere, secondo il quotidiano inglese, di creare per Yahoo una certa disponilibità di cash che permetta all’azienda di muoversi con maggiore flessibilità: al momento infatti Yahoo possiede solo 2 miliardi di dollari in liquidità, una situazione ben diversa, nota l’FT, dai 40 miliardi di riserve possedute da Google, da cui il Ceo proviene. Indiscrezioni riportano che Yahoo potrebbe pianificare l’acquisto di compagnie come Hulu, Pinterest e Flipboard per migliorare le capacità tecnologiche della società.