Yahoo ha postato conti oltre le attese per il quarto trimestre. Il risultato depurato da componenti straordinarie si è attestato a quota 32 centesimi per azione, battendo le stime degli analisti pari a 27 cents. I ricavi si aggirano intorno a 1,22 miliardi di dollari mentre gli analisti si attendevano una lettura in area 1,21 miliardi. I profitti trimestrali si sono comunque attestati in calo, a 272,27 milioni di dollari, 23 centesimi per azione contro i 295,6 milioni dell’anno passato, 24 cents per azione.

Marissa Meyers, il nuovo Ceo nominato lo scorso luglio, ha visto il titolo Yahoo lievitare di circa il 30% dal giorno della sua nomina. A contribuire le innovazioni di Yahoo Mail e di Flickr che segnano la svolta “social” del portale. Ma la strada è ancora lunga, e passerà dalle applicazioni per i mobile device, investendo, dai prossimi mesi, le aree finanza, sport e news. La sfida è la creazione di un motore di ricerca simile al Graph Serach di Facebook, che sfidi la supremazia di Google e attiri gli advertiser.