Il Wall Street Journal ha dedicato una pagina intera a tutti quegli immobili che oggi sono di proprietà dello Stato ma che il Governo Monti ha deciso di mettere in vendita per fare cassa, in modo da rimpinguare i forzieri dello stato senza varare altri piani di austerity.

Il Governo Monti è un governo tecnico chiamato a studiare modi e tempi per evitare il default dell’Italia. Il resto dell’Eurozona si fida dell’operato del premier bocconiano. Anche se sta mettendo in vendita il patrimonio immobiliare italiano ingolosendo parecchi investitori stranieri.

Tanto per avere un’idea, è in vendita il Palazzo Bolis Gualdo di Milano, ma anche il Palazzo Diedo di Venezia, quello che si affaccia sul Canal Grande. Qualche ricco magnate straniero potrà puntare anche sul castello Orsini di Soriano del Cimino, usato in passato come prigione.

Secondo l’Agenzia del Demanio, con queste aste, l’Italia dovrebbe assicurarsi circa 1,5 miliardi di euro. Il Wall Street Journal, quindi, ha dedicato una pagina intera alla questione e scrivendo che

Per gli investitori che bramano di possedere un palazzo italiano, un castello o un altro immobile storico, adesso potrebbe essere il momento di colpire.

Peccato che, come sottolinea la rivista economica americana, ci siano problemi come la crisi dell’euro, che possono tenere lontani dall’Italia molti investitori.