Wind continua a rafforzare le sue quote di mercato.
L’aumento dei clienti fatto segnare nei primi nove mesi del 2012 conferma che il gruppo cresce ovunque, nel mobile (+3,1%), nel fisso Ull (+5,5%) e nel Broadband (+6,9%), per addirittura volare nell’Internet mobile (+43%). Cifre che hanno determinato un aumento del fatturato, al netto delle tariffe di terminazione, del 2,1% e che per l’ad di Vimpelcom Jo Lunder dimostrano come l’attività di Wind, nonostante lo scenario economico, abbia “continuato a superare la concorrenza anche mostrando una forte crescita dei ricavi dati cellulare”.

I risultati. Il risultato più importante riguarda l’aumento della clientela della telefonia mobile. Dai dati presentati agli investitori sul periodo gennaio-settembre 2012 e diffusi la scorsa settimana dalla compagnia i clienti ammontano a 21,5 milioni e la crescita rispetto allo scorso anno, +3,1%, riguarda ogni segmento, mobile prepagata, mobile post-pagato (consumer e business) e, trainato dalla diffusione di tablet e smartphone, Internet mobile. Fondamentali per i risultati raggiunti, si legge nel rapporto, le formule commerciali “All inclusive” e “minuto vero”, grazie alle quali Wind ha conquistato il 66% delle nuove attivazioni nette realizzate dagli operatori infrastrutturali, mantenendo, al contempo, il saldo Mobile number portability ampiamente positivo. Per supportare l’aumento di traffico sia mobile, sia fisso, e garantire performance migliori al traffico dati in mobilità la società ha investito, nello stesso periodo osservato, circa 580 milioni. Investimenti che confermano, unitamente alla partenza della nuova campagna TV natalizia che vede protagonisti il duo Fiorello-Baldini e al perfezionamento dell’accordo con Metroweb per offrire i propri servizi a banda ultralarga nella città di Milano già da dicembre, quanto la compagnia sia intenzionata a sorreggere l’attuale trend di crescita.

photo credit: ingirogiro via photopin cc