La crisi non guarda in faccia nessuno. Nemmeno uno dei nomi storici di Hollywood – anche se c’è da aggiungere che negli Usa la situazione economica è ben diversa dalla nostra. La Warner Bros. Entertainment starebbe per tagliare la bellezza di 1.000 posti di lavoro - colpa anche di alcuni flop al botteghino Usa. Almeno questo è quello che afferma la rivista Variety sul suo sito internet.

Il taglio dei leggendari studios sarebbe particolarmente significativo, visto che riguarderebbe più del 10% della sua forza lavoro – che complessivamente conta 9.000 persone, e dovrebbe avvenire tra la fine del mese di ottobre e l’inizio del mese di novembre.

Dove colpirà esattamente la scure ancora non si sa, visto che l’amministratore delegato della Warner, Kevin Tsujihara, ha inviato una mail, ma non ha precisato quale settore – tv, cinema o home entertainment – sarebbe stato maggiormente colpito. Nella mail il manager ha scritto che “da quando sono diventato Ceo ho lavorato con i dirigenti degli studios per creare un piano per far crescere la Warner Bros“. E chiude così “questo significa ridurre i costi e ricollocare le risorse nei settori maggiormente in crescita“.

photo credit: JD Hancock via photopin cc