Dopo la chiusura leggermente negativa di ieri, con l’eccezione del Nasdaq salito dello 0,3%, i futures sui maggiori indici statunitensi indicano un’apertura positiva per le borse statunitensi in attesa della pubblicazione del dato settimanale sulle richieste di sussidi di disoccupazione che sarà pubblicato un’ora prima del via ufficiale alle contrattazioni. I futures su Dow Jones Industrial, S&P500 e Nasdaq100 segnano dei progressi tra lo 0,2% e lo 0,3%.

Attese indicazioni sul settore dei servizi

Oltre al dato sulle richieste di sussidi di disoccupazione, che fornirà l’ultima indicazione sul mercato del lavoro prima della pubblicazione del rapporto completo del Dipartimento del Lavoro in calendario domani, i mercati guarderanno con attenzione alla pubblicazione alle 16 dell’indice ISM non-manifatturiero. Il dato, pur essendo atteso in ribasso, dovrebbe restare su un valore storicamente associato ad una crescita del settore dei servizi, che rappresenta il 70% dell’economia statunitense.

Tra le società che hanno presentato i propri conti, Visa perde il 2% nel trading di pre-apertura nonostante abbia presentato risultati migliori delle attese. La revisione della struttura commissionale dopo i rilievi del Dipartimento della Giustizia dovrebbe essere alla base del calo. Nel settore assicurativo Prudential perde oltre il 5% dopo avere annunciato utili inferiori alle attese del consensus degli analisti di quasi il 10%. Iniziano oggi le contrattazioni al Nasdaq Stock Market di Carlyle Group, la seconda società di private equità per dimensione, che però ha visto l’offerta pubblica di vendita riscuotere meno successo del previsto.