Le borse statunitensi hanno chiuso ieri in leggero rialzo, con l’eccezione del Nasdaq arretrato dello 0,11%, grazie alla notizia che i ministri finanziari dell’area Euro hanno trovato l’accordo per aumentare la dotazione del fondo salva stati. Il Dow Jones Industrial ha chiuso in rialzo dello 0,5% e lo S&P500 dello 0,37%. Quest’ultimo ha chiuso il trimestre con la migliore performance dal 1998. Dallo scorso mese di ottobre i mercati azionari statunitensi hanno recuperato 3,6 mila miliardi di capitalizzazione.

Fed pronta a sostenere l’economia

I mercati azionari sono stati aiutati anche dalle dichiarazioni del presidente della Fed Bernanke secondo cui la politica monetaria potrebbe restare espansiva ancora a lungo per sostenere il mercato del lavoro. L’indice delle società farmaceutiche è salito del 2,7% questa settimana portandosi al valore più alto dal dicembre 2000 per le attese degli investitori che la Corte Suprema potrebbe eliminare delle norme sfavorevoli al settore presenti nella riforma sanitaria del presidente Obama. Well Point, la maggiore società di assicurazioni per dipendenti è salita dell’11%.

Best Buy ha perso il 14% dopo avere comunicato di volere chiudere cinquanta negozi per le vendite inferiori alle attese. Il Nasdaq ha sottoperformato sulla scia del calo dell’1,7% di Apple che non è riuscita a mantenersi sopra la soglia dei 600 Dollari, grazie all’entusiasmo per l’entrata in commercio dell’iPad2.