Apertura positiva prevista oggi per Wall Street, in assenza di dati macro particolari ma in attesa del discorso del membro Fed Pianalto che si terrà alle ore 18.15. Al momento il future sul Dow Jones registra un +0,21% mentre il contratto sul Nasdaq sale dello 0,68% e quello sull’S&P500 un +0,35%.
Alle 12 ora italiana il presidente della Fed di Chicago Charles Evans ha tenuto a Hong Kong un discorso in cui ha esortato ad agire subito con misure di stimolo volte a far scendere la disoccupazione. Evans ha rimarcato inoltre la necessità di un nuovo piano di acquisto asset da parte della banca centrale statunitense “per sostenere l’economia e favorire la discesa della disoccupazione”. Evans, che quest’anno è un membro non votante della Fed, ha sottolineato l’opportunità di agire subito e non aspettare e vedere quello che diranno i prossimi dati economici. Quindi niente strategia “wait and see” ma agire subito.

Sul fronte societario, continua la scia positiva su Apple che nel pre market guadagna quasi il 3% dopo la sentenza contro Samsung. La corte californiana ha condannato la casa dei telefonini coreani a risarcire Apple con oltre 1 miliardo di dollari per la violazione di brevetti su iPhone e iPad. Dopo tre settimane di causa, i nove membri della giuria californiana hanno mediato con questa decisione le richieste della casa di Cupertino (2,75 miliardi per la violazione di quattro brevetti) e del gruppo asiatico (421,8 milioni per cinque brevetti violati). A far decidere in questo senso, una mail inviata da Google (gruppo autore di Android) a Samsung, dove si invitava il produttore del Galaxy a modificare il design degli ultimi prodotti per l’eccessiva somiglianza con quelli di Apple. Samsung ha annunciato che ricorrerà in appello.
Aol ha annunciato oggi un ritorno agli azionisti di 1,1 miliardi di dollari attraverso il pagamento di un dividendo straordinario di 5,15 dollari per azione. Non solo. Il gruppo americano di Internet ha approvato anche un piano di riacquisto di azioni proprie da 600 milioni di dollari attraverso un accordo con Barclays. Il dividendo verrà messo in pagamento il prossimo 14 dicembre.
Tiffany & Co. ha annunciato di aver chiuso il secondo trimestre con un utile di 91,8 milioni di dollari, in crescita rispetto ai 90 milioni di un anno fa. Il risultato per azione si è attestato a 72 centesimi, un centesimo in meno rispetto alle attese. Sotto le stime anche il fatturato, passato da 872,7 a 886,6 milioni (consenso 890,85 mln). Per l’esercizio al 31 gennaio 2013 la società ha detto di attendersi un utile per azione di 3,55-3,7 dollari, contro i 3,7-3,8 dollari stimati in precedenza.
Infine, Hertz Global Holdings, dopo una trattativa durata anni, ha raggiunto un accordo definitivo per acquistare Dollar Thrifty Automotive Group. L’acquisizione è avvenuta per 87,5 dollari ad azione corrisposti in denaro, per un corporate enterprise value di circa 2,3 miliardi di dollari. Il gruppo Usa dell’autonoleggio ha rafforzato così la sua posizione nel mercato statunitense, assicurandosi una posizione tra i maggiori leader del mercato. Non solo. L’operazione genererà, secondo le stime di Hertz, sinergie di costo per almeno 160 milioni di dollari all’anno.