A poco più di un’ora dall’apertura di Wall Street i futures sui maggiori indici azionari di Wall Street sono sostanzialmente invariati in attesa della diffusione alle 14.30 italiane del rapporto sul mercato del lavoro e l’occupazione del Dipartimento del lavoro. Altro motivo di incertezza per le borse statunitensi sono le elezioni che si terranno nel fine settimana in Francia e Grecia e che potrebbero influenzare lo scenario economico nei prossimi mesi.

In attesa dei dati macro

Gli investitori aspettano con impazienza la diffusione del rapporto sul mercato del lavoro poiché questo darà delle indicazioni non solo sullo scenario economico ma anche sulle prossime mosse di politica monetaria da parte della Fed. Le attese di consensus sono per una creazione di posti di lavoro di circa 160 mila unità, in rialzo rispetto alle 120 mila di marzo, con il tasso di disoccupazione stabile all’8,2%. La stima pubblicata in settimana di soli 119 mila posti creati da parte dell’agenzia ADP ha aumentato i timori degli investitori sul dato che sarà pubblicato oggi.

Molto attese sono anche le elezioni in Francia e Grecia che si terranno nel fine settimana. I timori degli investitori sono che i vincitori delle urne possano mettere in dubbio la prosecuzione degli accordi sui piani di austerity riportando l’area Euro nel caos.

L’andamento dei singoli titoli in pre-apertura è ancora una volta condizionato dall’andamento dei conti del primo trimestre dell’anno. Ad esempio, Linkedin sale dell’11% grazie ad una crescita superiore alle attese degli analisti sia dei ricavi che dei profitti. In calo, invece, si muove FirstSolar che ha annunciato una perdita inattesa.

Intanto ieri sera, Facebook ha presentato i documenti aggiornati per la quotazione a Wall Street. Il social network più famoso del mondo collocherà le azioni a un prezzo compreso nel range 28-35 dollari, per una capitalizzazione di mercato complessiva che sarà compresa tra gli 85 e i 96 miliardi di dollari, al di sotto dei 100 miliardi ipotizzati da alcune settimane dalla comunità finanziaria. Il patron di Facebook, Mark Zuckerberg, cederà 30,2 milioni di azioni per un incasso massimo vicino al miliardo di dollari. Il roadshow prenderà il via lunedì prossimo e la data di quotazione è ipotizzata per il 18 maggio.