Nonostante tutte le incertezze che accompagneranno questo fine settimana, con le elezioni in Grecia di domenica che potrebbero segnare un evento cruciale per l’area Euro, Wall Street ha vissuto una seduta all’insegna dell’ottimismo. A favorire il rialzo è stato proprio il buon andamento delle piazze europee, che hanno dimostrato di attendersi un esito favorevole all’Euro della contesa elettorale in Grecia. Lo S&P500 ha chiuso in rialzo dell’1,03%, il Dow Jones Industrial dello 0,91% e il Nasdaq dell’1,29%.

Dati economici negativi

Le borse statunitensi hanno messo a segno dei buoni rialzi nonostante i dati economici pubblicati oggi siano stati negativi. La produzione industriale, infatti, ha registrato un calo inaspettato e l’indice di fiducia delle imprese NY Empire manufacturing index è sceso più delle attese evidenziando che la debolezza potrebbe proseguire anche nei prossimi mesi. In calo si è mosso anche l’indice di fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan, segnale di debolezza per i consumi nella seconda parte dell’anno. Questi, però, nelle ipotesi degli investitori hanno aumentato le possibilità che la Fed possa attuare una politica espansiva al termine della riunione di settimana prossima.

Tra i singoli titoli si è distinta Navistar, salita del 7,6%, dopo che il fondo MHR ha annunciato di possedere il 13,6% dei titoli della società e di volere partecipare attivamente alla gestione della società. In rialzo si sono mosse anche Microsoft e Dow Chemical, entrambe salite di oltre il 2%, mentre i finanziari hanno registrato un andamento altalenante, con l’indice di riferimento a +1,5%.