(Finanza.com) Chiusura sotto la parità per gli indici a Wall Street. Le notizie in arrivo dall’Europa penalizzano l’andamento delle borse statunitensi che iniziano l’ottava con il segno meno. Il Dow Jones ha terminato la seduta con un -0,15% a 13.558,92 punti, -0,22% dello S&P a 1.456,89 e -0,6% del Nasdaq a 3.160,78, In agenda macro gli indici preparati dalla Fed di Dallas e da quella di Chicago: il primo è salito da -1,6 a -0,9 punti mentre il secondo da -0,12 è sceso a -0,87.

Tra le notizie del giorno, profondo rosso per Facebook che ha perso il 9,06% in scia della valutazione del settimanale finanziario statunitense Barron’s, secondo cui il titolo della società di Menlo Park non varrebbe più di 15 dollari. Seduta invece positiva per Google (+2,1%) che nel corso della seduta ha toccato un nuovo massimo storico a 750,04 dollari. Negli ultimi tre mesi il titolo Goog ha guadagnato oltre il 30 per cento. Lettera invece su Dell (-1,98%) e Hp (-2,16%) spinte al ribasso dal taglio del prezzo obiettivo a 12 e 18 dollari (da 14 e 19$) annunciato dagli analisti di Evercore.