Prese di profitto su Wall Street: dopo i massimi da maggio raggiunti ieri dalla Borsa statunitense, si prepara un’apertura in ribasso, con il future sul Dow Jones che a due ore dall’apertura cede lo 0,14%, il contratto sul Nasdaq che perde lo 0,28% e quello sull’S&P500 a -0,30%.


A catalizzare l’attenzione degli investitori sono ancora le vicende greche, con gli incontri di questi giorni del primo ministro ellenico Samaras intenzionato ad ottenere una proroga per l’attuazione degli impegni presi in cambio degli aiuti dell’Unione Europea.
Sul fronte macro, nel pomeriggio sono in arrivo i dati sul mercato immobiliare statunitense con le vendite delle case esistenti nel mese di luglio attese al 3% dopo il calo del 5,4% di giugno. Intanto, la scorsa settimana l’indice statunitense che misura le nuove richieste di mutui ipotecari ha fatto registrare un -7,4%. I rifinanziamenti hanno messo a segno un -9,2%. I dati sono stati diffusi dalla Mortgage Bankers Association. Alle 16.30 italiane saranno rese note invece le scorte di greggio al 17 agosto. Dopo la chiusura dei mercati europei, la pubblicazione delle minute dell’ultima riunione della Fed faranno luce sull’ennesima non adozione del piano di quantitative easing.
Tra le trimestrali attese oggi, American Eagle e Hewlett Packard.