Contrastati i futures statunitensi a oltre un’ora dall’apertura di Wall Street. In questo momento il contratto sul Dow Jones segna un -0,02%, quello sul Nasdaq un +0,07%, quello sullo S&P500 un -0,01%.
L’andamento dei futures Usa ricalca quello della seduta delle Borse europee, miste nella giornata successiva ad un Eurogruppo che non è riuscito a trovare un compromesso sugli aiuti alla Grecia.


Stabili gli spread: il differenziale tra Btp e bund tedeschi decennali al momento resta intorno ai 343 pb, con rendimento Domani l’America celebrerà il Thanksgiving day, per cui si anticipano diversi dati macroeconomici. Oggi nel pomeriggio si avranno le cifre sulle nuove richieste di disoccupazione al 17 novembre. E’ in arrivo anche l’indice sulla fiducia del consumatori elaborato dall’Università del Michigan, e il Leading Indicator per il mese di ottobre. Alle 16.30 si conosceranno i dati sulle scorte di greggio al 16 novembre. La scorsa settimana l’indice MBA che misura le nuove richieste di mutui ipotecari negli Stati Uniti ha fatto registrare un -2,2%.
Sul fronte corporate, +0,9% nel pre-mercato per Deere & Company. Il colosso Usa dei macchinari agricoli ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre fiscale con un utile di 687,6 milioni di dollari, in crescita rispetto ai 669,6 milioni di un anno fa. Il risultato per azione si è attestato a 1,75 dollari, al di sotto degli 1,88 dollari stimati dagli analisti. Sopra le stime invece il fatturato, salito del 14% a 9,79 miliardi (consenso 8,9 mld).
Ancora sotto osservazione Hewlett-Packard, che ieri ha perso quasi 12 punti percentuali dopo aver riportato forti perdite trimestrali e un outlook non roseo per l’intero anno.