Le misure implementate dal Consiglio Europeo per alleviare la crisi del debito nei paesi periferici dell’area Euro hanno dato una spinta a tutti i mercati azionari. Alla tendenza positiva non si è sottratta Wall Street, che ha chiuso con dei forti progressi. Lo S&P500 ha chiuso in rialzo del 2,5% ed il Nasdaq del 3%. Il Dow Jones Industrial, grazie al rialzo del 2,2% ha chiuso il mese di giugno con la migliore performance dallo scorso mese di ottobre.

In rialzo finanziari e ciclici

Tutti i 10 gruppi principali all’interno dello S&P500 hanno chiuso oggi in rialzo, con finanziari, industriali e tecnologici in gran spolvero. Sulla scia dei titoli finanziari europei, anche i titoli del settore statunitense hanno messo a segno dei forti progressi, con Citigroup e Bank of America in rialzo rispettivamente del 3,9% e del 5,7%. In crescita si sono mossi anche i titoli più legati all’andamento dell’economia, come Alcoa, salita del 2,8%. Exxon è salita del 3% grazie al rimbalzo delle quotazioni del greggio.

Al trend positivo si sono sottratti Nike e Research in Motion, arretrate rispettivamente del 9,4% e del 19% dopo avere annunciato risultati deludenti. In calo anche le case automobilistiche, con Ford a -5% dopo avere detto che i suoi utili nel secondo trimestre saranno ben sotto quelli dei mesi precedenti a causa delle perdite registrate nelle operazioni estere.