dall
La domanda se la stanno facendo tutti. Investitori, politici, industriali… Fino a quando continuerà a crescere Wall Street? Ovviamente l’unica possibilità è quella di fare qualche supposizione, partendo dalle analogie rispetto al passato.
Per esempio, il picco raggiunto dal Dow Jones nel 1975 ha molti punti in comune con quanto sta succedendo ora – allora la crisi era stata provocata dall’aumento del prezzo del petrolio. fortissimi similitudini con quanto sta avvenendo oggi.

E in questo, come gli altri casi che si sono succeduti dal 1893 a oggi cosa ci dico? Che solo tre volte su 30 un trend come quello che si osserva ora alla borsa di New York, ha portato ad ulteriori massimi dopo il 49° mese  dall’inizio della dinamica di rialzo. Questo significa che ci sono circa il 90% di possibilità che si arrivi a breve ad una correzione.

Nel passato l’interrompersi di questa dinamica di rialzo ha portato a periodi poco rosei, perché le successive correzioni sono state rilevanti. Il primo segnale ribassista potrebbe essere rappresentato dal ritorno del Dow Jones al di sotto dei massimi raggiunti nel 2007. Il 9 ottobre l’indice aveva raggiunto i 14.164,53 punti. Ora siamo sopra i quindicimila punti…

photo credit: epicharmus via photopin cc