L’Inps sta preparando tutte le novità in merito ai voucher per il lavoro occasionale, anche se al momento non sarebbe neppure pi corretto parlare di voucher. Il nuovo contratto per le prestazioni professionali occasionali che l’Inps sta mettendo a punto dovrebbe infatti chiamarsi Presto e dovrebbe iniziare ad essere operativo sulla piattaforma telematica dell’Inps a partire dalla data di lunedì 10 luglio 2017.

L’Istituto previdenziale ha già provveduto a diffondere una circolare in cui sono indicate tutte le informazioni in merito al nuovo metodo di funzionamento post voucher (che ricordiamo sono stati aboliti dal parlamento in data 17 marzo 2017). La necessità di rimediare subito ad una situazione rimasta orfana del sistema voucher è stata dettata dal fatto che i lavoratori che offrono prestazioni occasionali sarebbero davvero molti.

In base alle nuove regole post voucher, due saranno le forme contrattuali previste per le prestazioni occasionali di lavoro: libretto famiglia (nel caso in cui il datore di lavoro è persona fisica non nell’esercizio dell’impresa o della propria libera professione); contratto di prestazione occasionale in tutti gli altri casi.

L’importo minimo per la formula contrattuale libretto famiglia è di 10 euro (per un netto di 8 euro che vanno al lavoratore). Per quanto riguarda invece il contratto di prestazione occasionale, l’importo minimo netto è di 9 euro l’ora (anche se bisognerà corrispondere almeno 36 euro – ossia l’equivalente di 4 ore di lavoro, anche se le stesse sono state di meno). A tale importo vanno aggiunti contributi Inps e premio Inail (per un totale, all’ora, di 12,29 euro). L’importo massimo resta di 5 mila euro all’anno (con limite di 2.500 euro per singolo utilizzatore).