Nell’ambito della normativa della Voluntary Disclosure è stato previsto un meccanismo semplificato per determinare in modo forfettario i rendimenti delle attività finanziarie che sono detenute illegalmente all’estero. Chi vuole servirsi del calcolo forfettario – a discapito di quello ordinario – deve richiederlo espressamente, barrando un’apposita casella presente all’interno dell’istanza da compilare per avviare la procedura.

Voluntary Disclosure: come funziona il calcolo forfettario

Il calcolo forfettario, una volta richiesto e ottenuto, è vincolante per tutti i periodi di imposta cui si riferisce la Voluntary Disclosure. Esso può essere applicato però soltanto nei casi in cui la media delle  consistenze delle suddette attività finanziare non eccede la somma di due milioni di euro. Per l’individuazione del momento temporale rilevante per quanto riguarda invece le attività che sono state cedute nel corso dell’anno, le norme specificano che si deve far riferimento alle attività detenute al termine di ogni periodo di imposta (rilevano, in questo caso, tutte le attività detenute alla data del 31 dicembre).

Voluntary Disclosure: calcolo forfettario, come si fa

Il calcolo forfettario si basa su questo principio cardine: la media aritmetica si ottiene prendendo in considerazione i soli periodi di imposta e le sole attività finanziarie per cui il contribuente  ha commesso le violazioni. Per ottenere la media, dunque, si esegue questo calcolo: al numeratore vengono poste la sommatoria delle consistenze rilevate al termine di ciascun periodo di imposta oggetto di collaborazione volontaria in cui sussistono attività finanziarie illecitamente detenute all’estero; al denominatore viene posto il numero di questi periodi di imposta.

Infine, si ricorda che con il calcolo forfettario i rendimenti sono quantificati applicando una percentuale del 5 per cento al valore della consistenza del totale delle attività finanziarie interessate, che viene rilevato alla fine di ogni anno. Su questo rendimento si applica anche l’aliquota fissa di tassazione del 27 per cento.