Dodicesimo calo mensile consecutivo per il mercato automobilistico europeo e maggior flessione mensile degli ultimi 2 anni.

Numeri eloquenti che non lasciano spazio all’interpretazione. Si vendono sempre meno auto in Europa. A settembre la domanda di nuove autovetture ha registrato un calo pari al 10,8% rispetto al corrispondente mese del 2011 a quota 1,099 milioni di unità.
A livello di singole nazioni solo nel mercato britannico si è registrato un incremento mensile, mentre Germania (-10,9%), Francia (-17,9%), Italia (-25,7%) e Spagna (-36,8%) hanno tutte registrato una flessione a doppia cifra.

Nei primi 9 mesi dell’anno il mercato continentale ha evidenziato una flessione pari al 7,6%. Positivo anche in questo caso il mercato britannico, +4,3%, mentre la Germania ha registrato una contrazione dell’1,8%, Spagna (-11%), Francia (-13,8%). La maglia nera continentale spetta al mercato italiano con una flessione pari al 20,5%.

A livello di singoli marchi il risultato peggiore spetta alla francese Renault che ha evidenziato a settembre una flessione pari al 29,1%. Male anche il gruppo Fiat che ha registrato una contrazione pari al 18,5% a quota 66.991 unità rispetto alle 82.209 unità dell’esercizio precedente.