Era grande l’attesa per questa trimestrale e i risultati sono andati meglio delle più rosee previsioni. Apple ha ricavi in crescita dello 0,9%, a 35,3 miliardi, ma utili in calo a 6,9 dal 8,82 dello scorso anno.

A Cupertino c’è da festeggiare perché i risultati usciti sono una sorpresa veramente per tutti, non sono ottimi ma dato che le previsioni davano al peggio, un utile netto di 6,9 miliardi di dollari, a 7,74 dollari per azione, è un gran bel risultato.

Rimane il secondo calo consecutivo ma c’è di peggio insomma, intanto il titolo è volato oltre il 5% a Wall Street.

Dati positivi grazie alle vendite dell’iPhone. Oltre 31 milioni gli smartphone venduti da aprile a giugno (+20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando ne furono venduti 26 milioni).

Apple resiste quindi tanto che l’erede di Steve Jobs, il ceo Tim Cook, ha dichiarato “Siamo particolarmente orgogliosi per i dati sull’iPhone e per la forte crescita dei ricavi da iTunes” nonostante gli altri prodotti non diano le stesse soddisfazioni, infatti i consumatori hanno acquistato 14,6 milioni di iPad, in calo del 14% su base annuale e contro attese per 17,4 milioni di pezzi; i Mac distribuiti sono stati 3,75 milioni, sotto i 3,9 milioni in cui sperava il consensus; sono stati 4,57 milioni gli iPod venduti rispetto a quota 4,9 milioni calcolati dagli esperti. (foto by InfoPhoto)

Cook si è dichiarato fiducioso sul lancio imminente dei sistemi iOS 7 e OS X Mavericks. “Stiamo lavorando duramente a nuovi stupefacenti prodotti che presenteremo in autunno e nel corso del 2014″, riferimento all’iWatch, l’orologio intelligente basato sul sistema operativo iOs.

Il 57% dei ricavi è generato a livello internazionale, il dato è superiore ai 35,04 miliardi previsti dal mercato.

Per il quarto trimestre fiscale, quello in corso, Apple si aspetta ricavi compresi nel range 34-37 miliardi di dollari.