Attenzione alla truffa del momento. C’è chi legge un annuncio su Internet per una casa in affitto per le vacanze… Contatta il numero indicato, invia la caparra, ma alla fine non c’è nessun immobile in affitto. E così si perdono i soldi già versati e arrivati sul posto non si nemmeno dove passare la notte
Qualcuno se n’è accorto prima perché il cellulare che aveva contattato per affittare casa era staccato da giorni. Ha chiesto ad un familiare che si trovava in Riviera di andare a controllare all’indirizzo indicato e ha scoperto che non c’era nessuna casa libera. Spesso si tratta di truffatori già conosciuti dalle forze dell’ordine, che hanno affittato lo stesso immobile inesistente a sette famiglie diverse.

Non sempre però è possibile rintracciare l’autore della truffa. Tutta colpa delle carte di credito prepagate messe in circolazione da supermercati e benzinai. Per i malintenzionati è un gioco da ragazzi ottenerle utilizzando documenti falsi, e questi supporti hanno quasi sempre un Iban che li rende simili a normali conti correnti.

L’ignaro soggetto che vuole assicurarsi una casa per le vacanze pensa di fare un bonifico verso una persona fisica rintracciabile, e in realtà sta mandando denaro ad un fantasma. In alcuni casi, per le vittime del raggiro al danno si aggiunge la beffa: c’è chi ha mandato una copia del proprio documento al truffatore e questi lo ha utilizzato per aprire un conto corrente, trasformando la vittima in inconsapevole impostore.

Difficile difendersi da questo genere di truffe. Si può chiedere alla propria banca di fare un controllo sull’Iban e si possono consultare i forum su Internet per capire se ci sono recensioni negative sugli annunci di nostro interesse. Un’altra accortezza è quella di dubitare degli annunci.

photo credit: Franco Folini via photopin cc