Quest’anno molte famiglie andranno comunque in vacanza, anche se sarà al risparmio. Molti andranno in campeggio o cercheranno ospitalità presso amici e parenti. Tra gli aspetti che potrebbero incidere significativamente sul budget finale ci sono i prezzi praticati nelle località turistiche. Questi spesso sono molto più alti rispetto a quelli abituali. Prendiamo un pacco di zucchero da un chilo: in città il costo è in media di 1,09 euro contro una media di 1,72 euro dei centri turistici – per un aumento del 58%

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato la variazione di prezzo sui principali prodotti per la tavola, il campeggio e l’igiene. Secondo la loro misurazione, tra il 2011 ed il 2014, il costo degli alimentari è cresciuto del 3,4%, quelli per il campeggio del 3,6%, e quelli per l’igiene del 2,6%.

Cosa fare allora? Federconsumatori ed Adusbef consigliano di fare i propri acquisti prima di partire per le proprie vacanze. Attenzione ai prodotti freschi, meglio acquistarli in loco, magari facendo qualche chilometro in più per fare spesa fuori dai centri turistici o nei farmers market locali.

photo credit: epSos.de via photopin cc