Dopo i consigli di ieri, ecco qualche altra idea per non farsi salassare in vacanza se si vuole fare qualche telefonata con il proprio smartphone. Ricordatevi che se siete in vacanza su una barca, nave da crociera o traghetto, già a pochi chilometri di distanza dalla riva, il segnale sia troppo debole per chiamare. Tenete in considerazione che su alcune navi di crociera e traghetti sia possibile connettersi in roaming marittimo. Prima di scegliere questa alternativa bisogna valutare quali siano le tariffe: si parla di tariffe voce tra 1,67 e 3 euro al minuto, tra 30 centesimi e 3 euro al minuto per le chiamate ricevute, tra 26 e 90 centesimi per ogni sms inviato.

Quando andate all’estero dovete confrontare le offerte dei vari operatori per telefonare da un altro paese. E’ necessario verificare ogni volta a quale zona appartiene il paese in cui vogliamo andare. Se andate in aree remote, non coperte dalle usuali antenne, è necessario ricorrere agli operatori satellitari. Per questo è necessario ricorrere a cellulari particolari o ancora ad adattatori particolari. Oltre al costo per il telefono bisogna considerare che le tariffe voce possono raggiungere i 6 euro al minuto. I costi sono elevati ma è sempre meglio di rischiare di finire senza la possibilità di comunicare su un’isola deserta o nella giungla.

Ci possono poi essere dei problemi anche quando siamo in Italia. Per esempio bisogna considerare i problemi di copertura in zone rurali, collinari o montuose. Sui siti dei diversi operatori è possibile sapere in anticipo se una certa zona è coperta dal segnale di Tim, Wind, 3 o Vodafone. Se prendiamo un operatore virtuale, come PosteMobile o Fastweb Mobile, bisogna riferirsi all’operatore a cui si appoggiano – per esempio per Fastweb è Tre.

Da non dimenticare mai che l’attivazione di alcune promozioni ha bisogno di qualche giorno per essere attiva. Per cui se avete deciso di fare un abbonamento per l’estero, meglio pensarci una settimana prima di partire. Un ultimo consiglio: se dovete consultare mappe, liste o guide durante il vostro viaggio potreste pensare di scaricare quello che vi serve sul vostro smartphone in modo da poterlo consultare offline quando vi serve. Se dovete ricorrere ad una connessione dati, ricordatevi che sullo smartphone è meglio scegliere i siti mobili, perché hanno tempi di connessione più veloci e quindi dovrebbero portare a limitare i costi di connessione.

photo credit: JD Hancock via photopin cc