“Non abbiamo mai pensato che nel giro di qualche mese le riforme potessero far salire crescita e occupazione. Ci vuole più tempo”. “Il momento non è tra i più facili della vita del Paese. Un anno fa la crisi era peggiore di oggi, anche se non ce ne rendevamo conto. Per molti aspetti vedo l’avvicinarsi l’uscita dalla crisi“.

Queste le parole del premier Mario Monti pronunciate al meeting di Comunicazione e Liberazione di Rimini. Il Presidente ha mostrato un timido e per molti versi inatteso ottimismo rispondendo alle domande avanzate dai giovani di CL.

I giovani stanno pagando un conto salatissimo” ha evidenziato Monti che ha evidenziato gli sforzi effettuati dal governo per orientare le politiche nell’interesse dei giovani. Il premier ha detto che l’esecutivo si sta muovemndo nel campo della scuola, dell’università e della ricerca, oltre che in quello del lavoro al fine di abbattere il potere corporativo che rende rigidi i mercati.

Il presidente del Consiglio ha inoltre messo in evidenzia l’importanza dell’appoggio dato al governo dalle tre forze di maggioranza, un evento definito “un miracolo quotidiano” non facile prevedere.