Attesa un’altra seduta soft per Wall Street nonostante l’agenda macro sia anche oggi abbastanza fitta. Dopo la chiusura poco mossa della vigilia (il Dow Jones ha ceduto lo 0,06% a 13.164,78 punti, mentre l’S&P 500 ha guadagnato lo 0,11% a 1.405,53 punti), oggi i futures sui principali indici statunitensi viaggiano in rialzo suggerendo una partenza poco sopra la parità.

Tra i singoli titoli da monitorare con attenzione Cisco Systems che ieri a diffuso una trimestrale migliore delle attese e annunciato un aumento del dividendo trimestrale del 75% a 14 centesimi per azione. Il titolo nell’after hour ha segnato un rialzo del 5%. Bene anche Wal-Mart che ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto per azione (Eps) di 1,18 dollari, in rialzo dell’8,3% rispetto al corrispondente periodo del 2011, ed ha alzato la guidance sull’intero anno: l’Eps 2012 è atteso a 4,83-4,93 dollari contro i 4,72-4,92 dollari indicati in precedenza. Occhi anche su Facebook poichè oggi scadono i vincoli del collocamento e i grandi investitori saranno liberi di vendere.

Ultimi segnali da economia Usa allontanano ipotesi QE3 a settembre

Oggi pomeriggio attesi da oltreoceano i dati settimanali sulle richieste di sussidi (viste in lieve aumento a 365mila unità da 361mila precedente) e quelli sull’avvio di nuovi cantieri (756 mila a luglio da 760 mila precedenti). Alle 16.00 invece sarà il turno dell’indice Philadelphia Fed (consensus -5 punti ad agosto da -12,9 precedente). “Il quadro di indicatori sembrerebbe confermarsi estremamente vario e ciò diminuisce largamente le probabilità che la banca centrale americana possa procedere ad un ulteriore round di QE a settembre, come invece paiono attendersi i mercati”, rimarcano oggi gli analisti di CMC Markets. Negli ultimi giorni indicazioni migliori del previsto sono arrivate soprattutto dalle vendite al dettaglio di luglio, salite dello 0,8% (maggior progresso mesnile dallo scorso febbraio) e dalla produzione industriale, che ieri ha evidenziato un +0,6%.