Si prevede una partenza in rialzo per la Borsa di New York, dopo la chiusura mista di ieri. I future sugli indici statunitensi viaggiano sopra la parità sostenuti dalle buone trimestrali e dai segnali di incoraggiamento provenienti dall’Europa. Nel corso della mattina l’indice tedesco Ifo ha infatti segnato un m miglioramento oltre le attese, spingendo il Dax di Francoforte sui massimi da cinque anni e l’euro nei confronti del dollaro.

In questo scenario il future sul Dow Jones segna un rialzo dello 0,20%, mentre quello sull’S&P500 guadagna lo 0,24%. Bene anche il future sul Nasdaq che sale dello 0,33%.

Pochi gli spunti sul fronte macro. L’agenda di oggi prevede soltanto la diffusione del dato sulle vendite di case nuove a dicembre (alle ore 16.00) che dovrebbe segnare un rialzo mensile dell’1,30%. L’attenzione degli investitori si rivolgerà dunque sulle società e le trimestrali.

Tra queste, spicca Proceter & Gamble che ha diffuso conti migliori delle attese e ha alzato la guidance sugli utili. Il leader mondiale nel settore dei beni di consumo ha chiuso il secondo trimestre fiscale con un utile netto di 4,06 miliardi di dollari, più che raddoppiato dall’anno prima. L’utile netto adjusted si è attestato a 1,22 dollari per azione, oltre gli 1,11 dollari stimati dal consensus Bloomberg. Il colosso di Cincinnati ha alzato l’outlook sull’anno fiscale 2013 con l’utile per azione “core” visto nel range 3,97-4,07 dollari, il 3-6% sopra quello dell’esercizio precedente.

Occhi puntati anche su Microsoft, dopo la trimestrale in chiaroscuro diffusa ieri sera a mercato chiuso. Il gigante del software ha registrato nel secondo trimestre fiscale utili in calo del 3,7%, mentre i ricavi sono saliti di quasi il 3%. Sul gruppo fondato da Bill Gates proseguono le voci di un interesse per Dell. Secondo le indiscrezioni Microsoft sarebbe disposto a investire circa 2 miliardi di dollari sul gruppo dei computer da tempo in difficoltà.