Quando si parla di maxioperazione vengono sempre alla mente le immagini legate alla lotta all’evasione fiscale, questa volta invece vogliamo parlare di una maxioperazione commerciale che coinvolge il gruppo Unipol-Fonsai. In soldoni da lunedì parte il negoziato che dovrebbe protrarsi fino al 23 o al 27 gennaio. Di fatto però è stata già siglata una lettera d’intenti ed è stato stabilito un cronoprogramma.

La prima operazione sarà quella di Unipol che pagherà un bel po’ di denaro a Ligresti, azionista in Premafin. In secondo luogo sarà lanciata un’offerta pubblica d’acquisto e sarà ricapitalizzata Unipol per fare in modo che possa essere al passo con l’aumento di capitale di Fonsai.

Questa compagnia passerà da 600 a 750 milioni. L’ultimo passo in programma è la maxioperazione di fusione che dovrebbe coinvolgere Premafin, Fonsai, poi anche Unipol Assicurazioni e Milano Assicurazioni.

Per quanto riguarda i dettagli “quantitativi” dell’affare, si sa che la famiglia Ligresti è stata congedata con 700 mila euro ciascuno in cambio di un accordo di riservatezza della durata di cinque anni. In più si conosce il valore del pacchetto di controllo Premafin che dovrebbe essere pagato circa 76,941 milioni.

Anche se l’affare sembra a buon punto, sarà necessario aspettare che l’autorità di vigilanza dia il suo parere favorevole. Le autorizzazioni devono arrivare dall’Isvap e dall’Antitrust.