(Finanza.com) Profitti in calo ma fatturato in aumento per Unilever sull’aumento di domanda e prezzi nei mercati emergenti. Il colosso dei beni di consumo ha però avvertito su possibili perdite causate dalle deboli condizioni del mercato globale, ed europeo in particolare, e dalla volatilità nei prezzi delle materie prime, che hanno danneggiato i risultati semestrali. Le vendite nel secondo trimestre sono cresciute del 5,8% a 13,3 miliardi di euro dai precedenti 11,93 miliardi e oltre le previsioni del mercato che si fermavano a 13 miliardi ma con una percentuale inferiore al precedente 7,1% dello stesso periodo del 2011 e all’8,4% del primo trimestre 2012. Il titolo al momento segna a Londra un +4,44%.