(Finanza.com) Lo scorporo delle attività italiane di Unicredit è logica ma per ora non è fattibile. Queste le parole del presidente di Piazza Cordusio, Giuseppe Vita, in occasione dell’inaugurazione del nuovo stabilimento Barilla a Rubbiano in provincia di Parma e riportate dalle maggiori agenzie di stampa. Il numero uno della banca milanese ha sottolineato come questo sia una suo desiderio ma che ora non appare fattibile mentre sul recente addio del vice presidente Khadem Al Qubaisi, rappresentante del fondo Aabar, dal Cda già nei prossimi giorni potrebbe essere nominato un successore. Per quanto riguarda il Governo, Vita si è detto favorevole a Mario Monti ma ancora più favorevole ad una forza politica eletta democraticamente.