Unicredit, una banca italiana che parla sempre più straniero. Ieri il fondo d’investimento inglese Pamplona Capital Management ha aumentato la sua quota in Piazza Cordusio dall’1,99% all’attuale 5,01 per cento. Il fondo con sede a Londra è così diventato il secondo azionista della banca milanese, dietro solo al 6,5% detenuta dal fondo Abu Dhabi Aabar.

L’operazione è stata possibile grazie ad un finanziamento da circa 700 milioni di euro erogati da Deutsche Bank al veicolo finanziario Pamplona financial institutions fund, al suo primo investimento.

Siamo entusiasti di questo investimento –  ha dichiarato un portavoce del fondo – e crediamo che il management team di Unicredit possa orientarsi con successo per rafforzare ulteriormente la posizione della banca nel proprio mercato di riferimento”. Chiarita anche la strategia: quella di investire nel medio-lungo termine in istituzioni finanziarie mondiali leader nei rispettivi mercati di riferimento e in grado di poter ulteriormente consolidare la propria posizione nell’imminente ristrutturazione del settore bancario europeo.