Può sempre capitare: abbiamo compilato la nostra dichiarazione dei redditi, ma abbiamo dimenticato di dichiarare qualche reddito oppure di scalare qualche detrazione fiscale… In queste situazioni non bisogna farsi prendere dal panico: il contribuente può correggere l’Unico 2014 compilato prima che l’Agenzia delle Entrate accerti la violazione.

Se ci troviamo in questa situazione è non sono ancora scaduti i termini per la presentazione del modello si può correggere la dichiarazione già consegnata o trasmessa, presentando un nuovo modello sul quale barreremo la casella “Correttiva nei termini”.

Se dalla nuova dichiarazione a rettifica della precedente risulta una maggiore imposta, il contribuente deve versare le somme dovute in più – e se non c’è più tempo si può ricorrere al ravvedimento operoso per sanare la situazione. Se, al contrario, emerge un maggiore o minore credito (o ancora una minore imposta), il contribuente può chiedere un maggiore o minore rimborso o ancora usufruire del credito per l’anno successivo. L’ultima possibilità è quella di utilizzare il credito a compensazione del pagamento di altri tributi.