Una moratoria al fisco nelle zone colpite dal maltempo, in linea con quanto deciso lo scorso mesi di novembre per le zone alluvionate. È quanto annunciato ieri dall’Agenzia delle entrate.

In un comunicato l’Agenzia ha chiarito che, per i contribuenti domiciliati nelle zone interessate dalle recenti eccezionali precipitazioni nevose, “sarà valutata la disapplicazione per causa di forza maggiore delle sanzioni previste per ritardi nell’effettuazione degli adempimenti tributari, anche in relazione ad eventuali provvedimenti che potranno individuare le aree interessate da tali eventi”.

Nei giorni scorsi Rete imprese aveva evidenziato come le eccezionali condizioni atmosferiche avessero richiesto la chiusura di numerosi uffici che offrono assistenza fiscale alle imprese e per questo motivo aveva chiesto un intervento per la disapplicazione delle sanzioni nel caso in cui il ritardo nell’effettuazione degli adempimenti e dei versamenti fosse dovuto a cause di forza maggiore.

Una misura analoga, seppure limitata al solo Abruzzo era stata chiesta dalla Confesercenti Nazionale. Il presidente di Beniamino Orfanelli e il direttore Enzo Giammarino hanno sottolineato come molti uffici pubblici e privati sono chiusi, compresi i centri di assistenza alle imprese e la quasi totalità degli imprenditori abruzzesi è impossibilitata a rispettare scadenze di natura amministrativa e fiscale. Inoltre sono enormi le difficoltà di muoversi in auto in ampie zone dell’Abruzzo e le autorità hanno più volte invitato a non utilizzare l’automobile, se non in casi eccezionali.