Il presidente della Fimaa-Confcommercio, Valerio Angeletti propone di dare il permesso di soggiorno a chi investe nel mercato immobiliare italiano.

La notizia fa a eco a quanto abbiamo già avuto modo di raccontare per il mercato immobiliare cipriota, dove si è registrato un incremento di presenze cinesi a seguito di una iniziativa molto simile a questa proposta da Angeletti.

Lo stesso Angeletti spiega che molte iniziative immobiliari, non prendono piede per il semplice fatto che molti dei papabili acquirenti stranieri, non possono pensare all’investimento a causa della mancanza di un regolare permesso.

Un’operazione di questo tipo, invece, aumenterebbe il numero di investitori nel mercato immobiliare italiano, e garantirebbe il recupero di aree di mare ad oggi destinate a degrado e abbandono.

L’idea trova consensi da un lato ma lascia molte perplessità dall’altro, in quanto porrebbe l’Italia come il paese supermercato dei permessi di soggiorno. In quanto con un investimento, chiunque avrebbe garantito un permesso di soggiorno italiano e un lascia passare nella comunità europea.

Per ora è una proposta, che di sicuro potrebbe prendere pieghe interessanti nel futuro prossimo.

Photo credit: photopin