Si è concluso ieri il percorso presso la Commissione Industria del Senato del decreto “cresci Italia”, con le ultime discussioni che si sono concentrate su taxi e farmacie. Da oggi il decreto sarà all’esame dell’aula del Senato, con la votazione finale attesa entro venerdì. Per questo motivo è probabile che tutte le modifiche decise dalla commissione possano finire in un maxi emendamento presentato dal Governo e sul quale sarà messa la fiducia. Dalla prossima settimana il decreto passa alla Camera dove, per evitare che decada, la conversione definitiva in legge deve arrivare entro il 24 marzo.

Le novità su taxi e farmacie

Con riferimento alla liberalizzazione dei taxi, nascerà da subito la nuova Autorità indipendente dei trasporti, il cui ruolo, però, è stato ridimensionato lasciando nelle mani dei sindaci le decisioni sul numero delle licenze e sul livello delle tariffe. L’autorità potrà dare un parere che però non è vincolante e se il sindaco non seguirà i suoi consigli, all’Autorità non resterà che fare ricorso al Tar.

Con riferimento alle farmacie la principale novità è l’eliminazione della vecchia pianta organica e sarà quindi possibile aprirne di nuove: si calcola che sarà possibile aprire circa 5 mila nuove farmacie. La misura che più interessa i cittadini è che dal 2013 le confezioni dovranno essere ottimali, anche di tipo monodose, in funzione delle patologie trattate. In definitiva, scatole più piccole per evitare gli sprechi.

Novità sono state introdotte anche sui professionisti, con l’eliminazione dell’obbligo del preventivo scritto per gli avvocati e i commercialisti: la decisione è lasciata alla contrattazione con il cliente. Inoltre, il tirocinio non sarà più retribuito fin dall’inizio, come previsto in un primo momento, ma solo dopo i primi sei mesi e nella forma del rimborso spese.

Novità, infine, anche per banche e assicurazioni. Arriverà il conto corrente gratuito per i pensionati che hanno un assegno inferiore ai 1.500 Euro al mese e chi accenderà un mutuo non dovrà più avere il conto nella stessa banca e potrà scegliere l’assicurazione sulla vita che preferisce. Per l’assicurazione Rc auto ci sarà uno sconto per chi installa sulla propria vettura la scatola nera che registra i movimenti anche in caso d’incidente.