L’Unione europea finisce sotto la lente di ingrandimento di Moody’s, che nella notte ha abbassato l’outlook a negativo da stabile. La revisione, spiega l’agenzia di rating nella nota, vuole riflettere gli outlook negativi assegnati nei mesi scorsi ai Paesi membri più importanti. Il rating Aaa è stato confermato, anche se a seduito di questa mossa non si esclude un taglio nel medio termine.

Moody’s spiega che la revisione al ribasso dell’outlook riflette gli outlook negativi assegnati ai “Paesi con rating Aaa che sono i maggiori contributori al budget dell’Unione Europea: Germania, Francia, Regno Unito e Olanda, che insieme rappresentano circa il 45% delle entrate del budget europeo”.

Le prospettive dei Paesi membri dell’Unione europea che vantano la tripla A sono infatti stati abbassati negli scorsi mesi. In particolare, nel corso dell’estate l’outlook di Germania, Olanda e Lussemburgoè stato portato al gradino negativo. Ancora prima, Francia e Austria hanno visto il proprio outlook scendere al gradino negativo. Infine, la Gran Bretagna che da dicembre ha un outlook negativo.