(Finanza.com) Il Consiglio Europeo ha approvato il bilancio Ue per il 2013, da presentare al voto del Parlamento di Strasburgo entro la fine di ottobre. “La posizione del Consiglio”, si legge nella nota, “concilia la necessità di non pesare sulle finanze pubbliche nazionali in tempi di consolidamento fiscale con il bisogno di misure che spingano la crescita”. Nel bilancio si nota un aumento del 6,71% nelle spese per la crescita sostenibile a oltre 59 miliardi di euro, e del 2,79% nelle commissioni per lo stesso scopo (oltre 70 miliardi di euro). Aumentati in particolare i pagamenti per la voce “coesione per crescita e occupazione”, +8,07% a oltre 47,3 miliardi di euro. In totale i pagamenti proposti dal Consiglio Europeo sfiorano i 139,7 miliardi di euro, +2,79% rispetto allo scorso anno, mentre le commissioni crescono a 149,776 miliardi, +1,27%. Il voto alla proposta di bilancio non è stato unanime: contrari si sono dichiarati Olanda, Svezia e Gran Bretagna, mentre l’Austria si è astenuta.