(Finanza.com) Fitch ha migliorato il suo giudizio sul merito di credito a lungo termine in valuta straniera della Turchia a “BBB-” da “BB+” con outlook stabile. Alzato anche il rating in valuta locale a “BBB” da “BB+”. la promozione a investment grade riflette una combinazione di un allentamento dei rischi macro-finanziari nel breve termine con l’economia turca che si dirige verso un “atterraggio morbido” e di punti di forza rappresentati dal calo del debito, un sistema bancario solido, favorevoli le prospettive di crescita a medio termine e un’economia relativamente ricca e diversificata. Fitch vede l’economia turca crescere del 35 quest’anno, il 3,8% nel 2013 e il 4,5% nel 2014. Nonostante la promozione a investment grade, l’agenzia di rating Usa rimarca come l’economia turca rimanga più volatile rispetto ai suoi pari grado, ma ritiene che il credito sovrano è diventato più resistente agli shock rispetto al passato.