Nuovo caso di false indennità scoperto dalla Guardia di Finanza. Le Fiamme Gialle di Brindisi hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria 268 soggetti della provincia pugliese, per truffa perpetrata ai danni dell’Inps e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.

I denunciati risultano aver beneficiato, in maniera indebita, di indennità di accompagnamento negli anni 2009, 2010 e 2011.
In particolare queste persone sarebbero state ricoverate presso strutture ospedaliere pubbliche o private per periodi superiori a trenta giorni, con retta a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale, senza effettuare le prescritte comunicazioni all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Secondo la legge, infatti, sarebbe dovuto scattare l’obbligo di comunicazione per periodi di ricovero di lunga degenza.

Le indagini hanno  inoltre permesso di scoprire 184 casi di soggetti, nel frattempo deceduti, ai quali l’Inps aveva erogato indennità.
Il danno per l’Istituto ammonta complessivamente a circa 436 mila euro.