Triboo, società attiva nel settore dell’e-commerce e dell’adversiting digitale, ha appena annunciato che la Borsa Italiana ha disposto l’ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie della società sul Mercato Telematico Azionario (MTA), organizzato e gestito da Borsa Italiana, e dunque la loro contestuale esclusione dalle negoziazioni sul sistema multilaterale di negoziazione AIM/Mercato Alternativo del Capitale. Triboo, dunque, lascia l’AIM per debuttare sul listino principale di Borsa italiana, l’MTA.

“L’inizio delle negoziazioni delle azioni ordinarie della Società sul MTA e la contestuale esclusione delle negoziazioni sull’AIM Italia” – si legge sulla nota diramata da Triboo - “saranno stabilite da Borsa Italiana con successivo avviso, subordinatamente al rilascio da parte di Consob del nulla osta alla pubblicazione del prospetto informativo”.

Triboo è assistita da Banca IMI, in qualità di Sponsor; Nctm Studio Legale agisce in qualità di consulente legale della Società mentre lo studio legale RCC quale consulente legale dello Sponsor. EY è la società di revisione; Deloitte Financial Advisory assiste la Società come consulente industriale.