Ormai è ufficiale: l’Inter ha un nuovo proprietario indonesiano, il tycoon Erick Thohir. Massimo Moratti aveva acquistato la maggioranza della squadra nerazzurra il 25 febbraio 1995 da Ernesto Pellegrini. Un investimento oneroso, visto che nei 18 anni della sua gestione l’Inter ha accumulato perdite per circa 1,4 miliardi di euro, ripianate per oltre 800 milioni di euro dal suo Patron.

Un esborso non indifferente se si considera poi che l’ormai ex-patron dell’Inter aveva nel 2008 un patrimonio di circa 1,5 miliardi di euro - che lo posizionava al settimo posto della classifica annuale degli uomini più ricchi d’Italia secondo la rivista Forbes – mentre oggi il suo nome non compare nemmeno nella classifica dei primi venti uomini più ricchi della penisola.

Non ci si deve quindi stupire che la famiglia Moratti stesse cercando di passare la mano fin dal 2011, ovvero all’indomani della storica vittoria del triplete – avvenuta nel maggio del 2010 – e prima della conquista del mondiale per club. Già allora Massimo Moratti aveva dato mandato alla banca d’affari Lazard di cercare compratori per la società.

Nella scelta di vendere hanno pesato anche le perdite che ha iniziato a produrre le perdite della principale società di famiglia: la Saras ha chiuso il 2012 con un rosso di 90 milioni. Diversi giornali avevano anche malignato sul collocamento in borsa della società, collegando il prezzo eccessivo del collocamento alla necessità per Massimo Moratti di raccogliere risorse fresche.

In realtà il sostituto procuratore di Milano per il prezzo gonfiato chiamerà in causa i banchieri che hanno lavorato alla quotazione ma non la famiglia Moratti – anche se dal collocamento hanno raccolto 1,7 miliardi di euro. I primi pretendenti alla successione arrivano nell’estate dell’anno scorso grazie al neo direttore generale Marco Fassone arrivano i cinesi della compagnia pubblica Railway Construction Corporation. Sarebbero interessati ad una quota di minoranza ed alla costruzione dello stadio, ma alla fine non se ne fa nulla.

Con la cessione di una quota di minoranza della Saras ad un colosso petrolifero russo, si pensa che possa arrivare qualche magnate da quelle latitudini per rafforzare la squadra. Ma resta una chimera… Negli ultimi mesi invece la scena è stata occupata dalla telenovela – a lieto fine – dell’indonesiano Erick Thohir, che dovrebbe essere affiancato dai soci Roslan Roeslani e Handy Soetedjo.

Il nuovo patron dell’Inter è arrivato grazie ad Inner Circle uno studio specializzato in questioni sportive, lo stesso che ha curato l’arrivo degli americani alla Roma e l’acquisto del Liverpool. Quale cifra spetterà a Moratti. Sembra solo una cinquantina di milioni di euro, ma il nuovo patron si dovrà far carico anche dei debiti pregressi. E non si tratta di bruscolini, si parla di almeno duecento milioni di euro… A quanto sembra Moratti si sarebbe deciso a vendere al tycoon indonesiano solo dopo aver ottenuto l’assicurazione che si sarebbe impegnato nel club a lunga scadenza.

photo credit: luiginter via photopin cc