In caso di cessazione dal servizio, ai dipendenti pubblici spetta il TFS (Trattamento di Fine Servizio) se il dipendente è stato assunto a tempo indeterminato prima del 1° gennaio 2001. Al personale cosiddetto “non contrattualizzato” (i magistrati ordinari, amministrativi e contabili; gli avvocati e i procuratori dello Stato; il personale militare e delle forze armate di polizia; il personale della carriera diplomatica e prefettizia; i professori e i ricercatori universitari; i dipendenti della Camera dei Deputati del Senato della Repubblica e del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica; il personale dei Vigili del Fuoco; i dipendenti di alcune authority) e agi altri lavoratori dipendenti che non rientrano nel TFS spetta il TFR che prevede un meccanismo di calcolo differente.

Calcolo TFS

Le prestazioni erogate in regime di TFS sono:

  • l’indennità di buonuscita, corrisposta nei confronti della generalità dei lavoratori civili e militari dello stato calcolata come 1/12 dell’80% della retribuzione contributiva spettante al momento della cessazione, rapportata su base annua, per il numero degli anni di servizio maturati alla data di cessazione del rapporto di lavoro;
  • l’indennità premio di servizio, corrisposta ai lavoratori del comparto enti locali e sanità, calcolata come 1/15 dell’80% della base retributiva annua utile spettante all’atto della risoluzione del rapporto di lavoro, per gli anni di servizio posseduti alla data di cessazione del rapporto lavorativo;
  • l’indennità di anzianità, erogata nei confronti dei lavoratori del cd. parastato (cioè dipendenti di enti pubblici non economici, che ha come base di calcolo il 100% delle voci stipendiali e il 100% dell’indennità integrativa speciale annualmente spettanti alla cessazione del rapporto di lavoro. La misura è pari ad 1/12 per ogni anno di servizio al momento della cessazione del rapporto di lavoro.

Tassazione TFS

In termini di trattamento fiscale:

  • per la determinazione sia dell’aliquota di tassazione che della base imponibile dell’indennità di buonuscita l’importo lordo viene abbattuto di una percentuale pari al 26,04%;
  • per la determinazione sia dell’aliquota di tassazione che della base imponibile dell’indennità premio servizio l’importo lordo viene abbattuto di una percentuale pari al 40,98%.

In entrambi i casi la prestazione viene ulteriormente ridotta di un importo pari a 309,87 euro per ogni anno di servizio. Tale riduzione vale anche per l’indennità di anzianità.