Lo dicono tutti e noi lo ripetiamo: il Tfr in busta paga, com’era prevedibile, si sta rivelando un flop. Finora hanno fatto ricorso a questo strumento solo il 6% dei lavoratori, e a regime non dovrebbero essere più del 20% – almeno secondo le stime di un sondaggio della Swg commissionato dalla Confesercenti.

Il motivo è semplice e lo dimostrazione le elaborazione della Fiba Cisl: chi fa ricorso al Tfr in busta paga perde tra i 2 ed i 10.000 euro rispetto a chi decide di lasciare il proprio Tfr in azienda o destinarlo al fondo pensione. Come si arriva a queste cifre? Il primo elemento da valutare è che i soldi del Tfr se finiscono in busta paga non danno luogo a rivalutazioni, mentre se – ad esempio – li lasciamo in azienda fruttano ogni anno l’1,5% più i 3/4 del tasso di inflazione. Per cui con un’inflazione al 2%, la rivalutazione complessiva del Tfr è pari al 3%.

L’altra perdita è determinata dalla tassazione. Al momento del riscatto, sul Tfr lasciato in azienda si applica l’aliquota media dello stipendio degli ultimi cinque anni – normalmente è il 23% -, mentre per i fondi pensione l’aliquota è del 20%. Il Tfr in busta paga viene invece colpito dall’aliquota progressiva che va dal 23 al 43%. A questa perdita – quella che viene valutata dalle stime della Fiba-Cisl – bisogna aggiungerne altre: questo aumento fittizio del reddito prodotto ha un effetto negativo sulle detrazioni d’imposta, sugli assegni familiari e sulle detrazioni dei familiari a carico, e rischia di alzare il reddito ai fini Isee, che serve per determinare se si ha diritto o meno a tutta una serie di prestazioni sociali.

La Fiba-Cisl ha stimato le perdite di tre lavoratori con un reddito lordo di 25.000 euro lordi ma età diverse. Dai loro calcoli risultata che un uomo di 55 anni perderebbe in tre anni 1.044 euro rispetto a chi lascia il Tfr in azienda e 2.045 in rapporto ai dipendenti che investono in Tfr in un fondo pensione. La somma aumenta a 3.140 euro – azienda – e 5.667 euro – fondi pensione – per i quarantenni, e raggiunge i 9.453 – azienda – ed i 10.808 – fondi pensione – per un venticinquenne.

Per cui se avete bisogno di avere soldi subito forse è preferibile fare qualcosa di diverso come gli anticipi sul Tfr – noi ve ne abbiamo parlato nel post Tfr in busta paga: le alternative possibili.