Indicazioni contrastanti dall’asta di Bot tenuta oggi dal Tesoro. Come da attese il rendimento medio a cui sono stati collocati i titoli semestrali è salito rispetto a quello dell’asta del mese scorso, di contro la domanda è salita. Domani nuovo importante test con in asta Btp con varie scadenze per massimi 6,25 mld.

Rendimento titoli a 6 mesi passa da 1,119% a 1,772%, spread torna a salire

Il Tesoro ha collocato Bot a 6 mesi per 8,5 miliardi di euro al rendimento medio salito all’1,772%, tornando ai livelli di inizio anno. Lo scorso mese il Tesoro aveva collocato Bot a 6 mesi per il medesimo ammontare al rendimento medio dell’1,119%, che rappresentava il rendimento minimo dal settembre 2010. La domanda è stata pari a 1,71 volte il quantitativo offerto, in aumento rispetto al bid-to-cover pari a 1,512 dell’analoga asta di titoli semestrali tenuta un mese fa. Il 30 aprile sono in scadenza Bot per 9,35 miliardi.
Reazione contenuta sul mercato con lo spread tra Btp decennali e Bund salito sui massimi di giornata tornando a quota 400 punti base, complice anche il calo dei rendimenti dei Bund tedeschi. Il mese scorso lo spread si era portato sui minimi da agosto 2011 a 278 punti base.

Domani importante test con asta Btp per massimi 6,25 mld di euro

La fitta agenda delle aste di aprile si con l’emissione di domani di titoli a media-lunga scadenza per massimi 6,25 miliardi di euro. Nel dettaglio si tratta di Btp a 5 anni (scadenza maggio 2017) da un minimo di 1.500 milioni di euro a un massimo di 2.500 milioni di euro e  di Btp a 10 anni (scadenza settembre 2022) da un minimo di 1.500 milioni di euro a un massimo di 2.500 milioni di euro. Il Tesoro ha previsto inoltre l’emissione di titoli di stato non più in corso di emissione: Btp con scadenza 15 aprile 2016 e Btp con scadenza febbraio 2019 per un ammontare complessivo per le due emissioni da un minimo di 750 milioni di euro a un massimo di 1.250 milioni di euro.
“Ci attendiamo che le emissioni di domani potrebbero essere favorite dal roll over in vista delle scadenze di lunedì, quando scadranno 9,5 miliardi di euro di titoli”, sottolinea Vincenzo Longo, Market Strategist di IG Markets Italy.