A Termini Imerese, in Sicilia, lo stabilimento fiat chiuderà i battenti tra pochi giorni. Un accordo che ha visto unite nell’espressione di voto tutte le sigle sindacali, ha definito i dettagli per la mobilità.La situazione di Termini Imerese è stata su tutti i giornali per un lungo periodo di tempo, visto che lo stabilimento Fiat aveva deciso di chiudere i battenti senza essere troppo indulgente nei confronti dei suoi operai.

Adesso, grazie all’intervento del neo Ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, è stato definito un accordo per la mobilità di 640 lavoratori. Gli altri saranno assunti da dr Motors. Ecco quanto prevede l’intesa che ha visto unite le cinque sigle sindacali.

Ci sono volute cinque ore di vertice con Passera per raggiungere un’intesa sulla mobilità che spetterà a 640 lavoratori. È stato definito un “rimborso” per 640 operai che potranno sfruttare questo ammortizzatore sociale. Gli incentivi, che non prevedono un intervento diretto della regione Sicilia, saranno d 460 euro mensili per ciascun operaio.

Come ha spiegato Domenico Arcuri, amministratore delegato dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo dell’impresa, l’intesa è stata firmata dalle cinque sigle sindacali, ma tutto sarà formalizzato entro giovedì 1° dicembre nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico.