Per lo stabilimento della Fiat di Termini Imerese non ci sono buone notizie all’orizzonte. E’ arrivata infatti l’ennesima batosta per il settore automobilistico del nostro paese. La voce che Dr Motor non sia più intenzionata a rilevare lo stabilimento siciliano.

Dr Motor, nonostante il nome “americano” è un gruppo automobilistico molisano che si era dato da fare per avviare le pratiche e rilevare lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese in Sicilia. Adesso, stando a quanto detto da Claudio De Vincenti, bisognerà ricominciare tutto da capo.

Il sottosegretario allo Sviluppo Economico, infatti, ha spiegato ai segretari della Fiom, della Fim e della Uilm, che Dr Motor è fuori dalla partita, ma in accordo con il ministro Passera, si sta definendo una nuova strategia per coinvolgere le case automobilistiche internazionali.

Dr Motor ha chiaramente smentito la voce che la vuole fuori dai giochi di Termini Imerese ed ha invece pubblicato un comunicato in cui scrive:

Continuiamo a lavorare per la ricapitalizzazione. Chery e il gruppo turco Mermerler hanno formalmente manifestato interesse. Basta con le azioni di disturbo alle nostre trattative.

Il Ministero invece ha dichiarato che sta avviando dei tavoli di discussione con 17 case automobilistiche internazionali al fine di verificare lo stato di Termini Imerese.