(Finanza.com) Pesante la mossa di Goldman Sachs su Tenaris. La banca d’affari statunitense ha abbassato la raccomandazione sul maggior produttore e fornitore di tubi e servizi a buy dal precedente neutral. Contestualmente gli analisti hanno ridotto il prezzo obiettivo a 15 euro. La bocciatura si fa sentire sul titolo che sul Ftse Mib indossa la maglia nera con un ribasso del 2,34% a 14,61 euro. Il broker a stelle e strisce ha aggiustato le proprie stime sui prezzi del settore OCTG e ha rivisto al ribasso le proprie attese sul 2013 e 2014 rispettivamente del 2% e del 4%. “Ci aspettiamo ancora una crescita annua del 3% nel 2013 e del 5% nel 2014” ma “riduciamo l’Eps 2013 del 9%”. “Vediamo una maggiore lentezza della domanda, costi produttivi più alti, un incremento dei costi delle materie prime e anche una significativa sfida sui volumi e sui margini in ottica 2013″. Così gli esperti, che ora prevedono un Eps 2013 dell’8% più basso del consensus fornito da Reuters.