(Finanza.com) Ancora acquisti su Telecom Italia. Il titolo sul Ftse Mib avanza del 2,57% a 0,717 euro. A far da volano al titolo l’apertura del presidente di Cassa Depositi e Prestiti, Franco Bassanini, ad una possibile collaborazione con il colosso italiano tlc per la rete di nuova generazione. Oggetto della cooperazione è l’opera NGN per portare la fibra nelle aree a maggiore densità di traffico. Anche la società guidata da Marco Patuano si è detta disponibile per un accordo, anche se rimangono posizioni discordanti nelle soluzioni operative. “News positiva – commenta Intemronte – anche se Cdp e Telecom rimangono divisi sulla tecnologia. Non riteniamo sensato che le infrastrutture siano duplicate e riteniamo che sia più probabile che si giunga ad un accordo tra le parti in causa”. Anche Equita esprime il suo giudizio: “Il clima è cooperativo e potrebbe portare in futuro ad una aggregazione. Restiamo neutrali su Telecom ma pensiamo che ci sia ulteriore spazio per il titolo per recuperare parte della performance relativa molto negativa vs il settore nell’ultimo mese”.