Tra gennaio e febbraio 2014 il gettito fiscale è cresciuto dell’1,2%.
Rispetto allo stesso periodo del 2013, si legge nel Bollettino delle entrate pubblicato ieri dal ministero dell’Economia, nei primi due mesi dell’anno lo Stato ha incassato 735 milioni di euro in più di tasse, raggiungendo quota 61.784 milioni.
L’Irpef è rimasta stabile (+0,1%), con l’aumento delle ritenute a carico dei dipendenti della Pubblica amministrazione a bilanciare il calo del settore privato e degli autonomi, mentre le imposte degli enti territoriali hanno fatto segnare un salto dell’11,4%, dal -1% registrato per il gettito dell’addizionale regionale Irpef (770 milioni di euro, -8 milioni rispetto al primo bimestre 2013) al +11,9% rilevato per quello dell’addizionale comunale (226 milioni di euro, +24 milioni sullo scorso anno).

In calo del 2% il gettito del canone Rai (-32 milioni di euro sul primo bimestre 2013), attestatosi a 1.534 milioni, e dell’1,5% (-30 milioni) le entrate complessive dai giochi, mentre sono aumentati i proventi dalla lotta all’evasione fiscale.
Nei primi due mesi del 2014, scrivono i tecnici del Tesoro nel Bollettino, l’attività di accertamento e controllo del Fisco ha generato un incremento degli incassi del 5,2% (+50 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (info by InfoPhoto).