Quante tasse paghiamo? In media ogni nucleo familiare ha pagato nel 2013 la bellezza di quasi 15.330 euro. La somma ovviamente comprende l’Irpef, il canone Rai, il bollo auto, l’Iva, la Tari, la Tasi, le accise… Su ogni famiglia italiana grava un carico fiscale medio annuo di quasi 15.330 euro. Ciò significa che paga in media 1.277 euro al mese.

Ovviamente si tratta di una stima, e come al solito l’ha calcolata la Cgia di Mestre. Secondo il loro ufficio studi la pressione fiscale nell’anno in corso raggiugerà il 44%: per questo i contribuenti italiani hanno lavorato per il fisco fino all’11 giugno. Tra il 1995 ed il 2013 abbiamo lavorato per il fisco 12 giorni in più – da 149 a 161 (come nel 2011).

Secondo la Cgia, nell’anno passato, a seguito dell’abolizione dell’Imu sulla prima casa, il prelievo medio è stato pari a 15.329 euro. Sono 325 euro in meno rispetto al 2012. Per l’anno in corso, ci si aspetta un nuovo aumento della pressione fiscale, dovuto all’aumento per tuto l’anno dell’aliquota Iva e l’introduzione della Tasi.

Come spiega il segretario della Cgia Giuseppe BortolussiNonostante la restituzione degli 80 euro ai redditi più bassi con un carico fiscale di questa portata sarà difficile rilanciare i consumi delle famiglie. Il livello di arrabbiatura raggiunto nei confronti di un fisco sempre più aggressivo e pretenzioso, ha fatto scendere ai minimi storici la fiducia dei consumatori italiani“.

Insomma “gli effetti legati alla rivalutazione delle rendite finanziarie, all’aumento dell’Iva, che nel 2014 si distribuisce su tutto l’arco dell’anno, all’introduzione della Tasi e, soprattutto, all’inasprimento fiscale che graverà sulle banche, compensano abbondantemente il taglio dell’Irap e gli 80 euro lasciati in busta paga ai lavoratori dipendenti con redditi medio bassi. Al netto delle modifiche che potrebbero essere introdotte nella nota di aggiornamento al Def che sarà presentata nelle prossime settimane, la pressione fiscale di quest’anno è destinata a salire di 0,2 punti percentuali rispetto al livello raggiunto nel 2013“.


photo credit: 401(K) 2013 via photopin cc