Le parole più chiare le ha dette il membro della Banca centrale europea Joerg Asmussen: “E’ il pacchetto di riforme di Cipro, spetta a Cipro decidere la struttura del contributo delle banche. L’importante è che alla fine il conto sia di 5,8 miliardi”. Ovvero il governo cipriota può modificare il provvedimento come vuole, ma deve comunque rastrellare in qualche modo quella somma.
Chi abbia deciso che la tassa abbia un’aliquota del 6,75% per i depositi bancari fino a 100.000 euro e del 9,9% per i depositi superiori non si sa. L’eurogruppo – ovvero i ministri dell’Economia e Finanze dei paesi che partecipano all’Euro – avrebbero preferito una struttura diversa, esentando “completamente i depositi sotto i 100.000 euro”.
Anche la Germania ha negato la paternità di quelle misure, così come Fondo monetario internazionale e Bce, che hanno affermato in coro la necessità di rendere la tassa più progressiva. Secondo quello che ha annunciato il ministero delle Finanze, il governo sarebbe intenzionato a proporre un esenzione per i depositi inferiori ai 20.000 euro – anche se Bce parlava di un estensione ai conti sopra quota 100.000. In questo modo però non si raccoglierebbero 5,8 miliardi…
Il problema è legato anche al fatto che in Parlamento non c’è una maggioranza che possa votare il provvedimento, per cui il prelievo potrebbe non passare in aula, e come spiega il portavoce del governo: “se così fosse, Cipro precipiterebbe in una crisi ancora più profonda”.
Sulla necessità di un contributo di Cipro si è espresso il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble: “Chiunque investe i suoi soldi in un Paese dove si pagano meno imposte si assume il rischio quando le banche di quel Paese non sono più meritevoli di credito, è ovvio”.
Il messaggio ai russi che si stima abbiano 25 miliardi di dollari depositati nel paese è chiarissimo… Per Schaeuble sarebbe “irresponsabile” pensare che “solo i contribuenti europei debbano finanziare gli investimenti stranieri a Cipro”.
Un’ultima annotazione: secondo una televisione tedesca il governo avrebbe liquidità solo fino a maggio…

photo credit: Fiore S. Barbato via photopin cc

photo credit: Paolo Margari via photopin cc